STORIE DI ANIME

Leave this field blank

Il form è per Te.
Sentiti liberə di raccontare la tua storia. 
Dedicati un pensiero: dedicalo a Te, alla tua Anima, al tuo Corpo e se desideri anche allƏ prossimƏ.
La tua Voce fa la Differenza.

Noi siamo pront3 ad ascoltarti.

Raccontaci la tua storia

N.B. Donandoci la tua storia, anonimamente o firmata, acconsenti al trattamento della tua storia per eventuali contenuti su @alareofficial e sul sito.

COLTIVANDO LA FELICITÀ

A “Le Storie di Anime”, potete leggere di Beatrice, un’Anima che ci ha donato la propria storia, conducendoci nella conoscenza e nella profondità della sua Essenza, mettendola a nudo.

Attraverso le sue parole ci ha permesso di percorrere i suoi passi, presentandoci i propri timori, quelli che l’hanno posta dinanzi alla paura del mondo e a dei sensi offuscati.
Beatrice ha deciso quindi di partire dalla fine per renderla principio e in questo cammino di (ri)scoperta, ci fa comprendere un messaggio importante e per niente scontato: bisogna fermarsi, perché per gioire bisogna sempre (re)imparare a vedere e a sentire… A vivere. Bisogna ricominciare dalla fine e da paure che ci fanno sentire insicur3 e lontan3 da noi e dal mondo.

GIORNATA MONDIALE DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (D.C.A.)

A tutt* coloro che combattono battaglie silenziose, ritroviamoci in queste parole. Ricordiamo il valore di essere oltre ogni forma e numero, perché noi non siamo solo corpi. Siamo anime e come tali valorizziamoci divenendo gentili con noi stess*.

Amiamoci. Lasciamoci andare anche a quell’imperfezione che tanto ci fa paura ma che ci contraddistingue e ci rende unici. Il corpo è perfetto nella sua meravigliosa im-perfezione. Impariamo ad ascoltarlo e ad ascoltarci.

Ricominciamo a fidarci. A chiedere aiuto.
È tempo di ricominciare a vivere. INSIEME.

#giornatamondialedeidisturbidelcomportamentoalimentari

GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE

Alla nostra voce, nella giornata del diabete, si è unita Miriam Caruso, che presentandoci il suo mondo ci ha reso uditori delle sue nude fragilità, portandoci al cospetto del “Signor D”: quel convivente molesto che giorno dopo giorno impara ad amare e a sopportare con pazienza. Quest’intervista è avvenuta al fine di far riflettere tutti noi e non solo per divenire l’input per trasformare un improvviso e temibile cambiamento in un modo per motivare e rassicurare chi convive con il diabete.

Questo è un inno alla libertà che ci deve portare a comprendere che la vita non finisce alla sua importante scoperta ma è solo l’inizio di un altro capitolo d’affrontare con grinta e con la voglia di vivere ancora una volta. ​

GIORNATA INTERNAZIONALE PER L’ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE​

Oggi siamo qui riunite in una sola voce e in un solo abbraccio per ricordarci che NON SIAMO SOLE. La nostra pelle ci narra le sue cicatrici, le esalta, le nasconde con dei tatuaggi e cela le nostre fragilità. Un po’ per vergogna e un po’ per paura del giudizio altrui, non le sveliamo e non le raccontiamo. Ma chi ha l’occhio attento si accorge dei nostri dolori e li maneggia con cura.

Oggi ricordiamo le tante voci che sono state silenziate per gelosia, rabbia immotivata, mani poco amorevoli e prendendo spunto dall’arte giapponese, gremiamo i nostri frammenti d’oro, al fine di unire ed esaltare il nostro dolore, impreziosendolo per trasformarlo.

Con questa speranza di ricongiungimento con il nostro corpo e il nostro animo, alla quale molte volte doniamo colpe, speriamo che attraverso la lettura di pensieri, esperienze, storie e poesie, di coloro che hanno donato la loro arte a noi, possiate trovare nel baratro la luce e la forza al fine di ripararvi, ripararci e lottare per la nostra LIBERTÁ.
Come fiori di Sambuco rinasciamo e in questo nuovo principio diciamo:

Sì all’amore
Sì alla vita
Sì ad un domani migliore.

Unite per la libertà.
#nonsiamosole

Alare di Luana Cotena (©) 2023 All Rights Reserved

P.IVA 04663490615

SII ALARE

Iscriviti alla newsletter ed entra a far
parte della community.
Affidati alle nostre parole, sono
anche le tue.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy* per avere maggiori informazioni.